Obiettivi della Lasa Marmo

Gli obiettivi della Lasa Marmo S.r.l. sono il mantenimento e lo sviluppo della località di Lasa quale „centro d’eccellenza del marmo“, il consolidamento del marchio di qualità di fama internazionale del marmo di Lasa - Lasa Bianco e Lasa Venato -, l’assicurazione dei posti di lavoro esistenti e la creazione di nuove opportunità. Lasa Marmo S.r.l. intende sostenere il trasporto del marmo nel rispetto dell’ambiente, garantito dalla ferrovia del marmo. Lasa Marmo S.r.l. è consapevole dell’importanza del marmo di Lasa per l’economia locale, per il turismo e per la cultura in generale. L’azienda intende altresì rilanciare la tradizione della pietra naturale sudtirolese e dare un seguito alla sua storia.

Sviluppo economico per tutti

La Lasa Marmo S.r.l. collabora con le autorità locali e promuove, in modo imprenditoriale, l’estrazione ecosostenibile, la commercializzazione nazionale e internazionale, e la lavorazione industriale ed artigianale della famosa pietra naturale di Lasa. La lavorazione e valorizzazione del marmo di Lasa nello stabilimento di Lasa Marmo è molto importante per lo sviluppo economico della località. La formazione e l’aggiornamento dei lavoratori altamente qualificati è parte integrante della filosofia aziendale e viene costantemente incentivata. In tal modo Lasa Marmo S.p.A. ha creato 60 posti di lavoro e garantisce ai partner sociali un buon ritorno economico per il circondario.


Lavorazione a Lasa

Artigianato e arte
La Lasa Marmo S.r.l. intende imprimere nuovo vigore all'antico artigianato artistico sostenendo modelli di formazione e di aggiornamento. Saranno promosse nuove idee nel settore del design per far sì che il marmo di Lasa, conosciuto anche come "oro bianco di Lasa", offra all'arte e all'artigianato artistico locale migliori e più ampie opportunità.

La lavorazione
Onde garantire uno sfruttamento economico ottimale, la lavorazione della bianca pietra naturale avviene a Lasa. L'autentico marmo di Lasa non viene dunque solamente estratto, ma anche lavorato in loco.

A casa in tutto il mondo

L'estrazione sistematica del marmo LASA risale alla metà del XIX secolo. Nel 1848 i diritti di estrazione furono acquistati da Bernhard Schweizer, scalpellino di Monaco di Baviera che forniva il marmo a Schwanthaler, scultore di corte al servizio di Ludovico I di Baviera. Nel 1865 giunse a Lasa da Karlsruhe Johannes Steinhäuser che fondò la "Laaser Marmorwerke", il primo stabilimento di lavorazione del marmo. Nel 1883, Josef Lechner dette l’avvio all'estrazione sistematica del marmo alla cava Acqua Bianca. Nel 1912 Mathias Gasteiger fondò la "Laasa-Marmorbruchbetrieb in Laas mit Sitz in München".

Va a questi pionieri il merito della diffusione a livello mondiale della candida pietra naturale sudtirolese. Se a cavallo dei due secoli, periodo di massima fioritura di tale commercio, il pregiato materiale per la realizzazione di opere artistiche era destinato soprattutto ai vicini Paesi, numerose casate reali europei e degli Stati Uniti, oggi il marmo LASA è diffuso e apprezzato in tutto il mondo come materiale di costruzione. A Singapore, Ryadh, Kuala Lumpur, Auroville (India), Abu-Dhabi, London e New York viene utilizzato per edifici, per elencare solo alcuni esempi.