Le varietà di marmo della Lasa Marmo

Per quanto riguarda l’aspetto, la venatura e la tonalità cromatica, si fa distinzione tra diversi tipi di marmo (varietà divergenti dal bianco, quale colore di base). La definizione e l’assegnazione alle diverse varietà avviene nello stabilimento prima della consegna e della lavorazione. Da generazioni la Lasa Marmo S.r.l. distingue 10 tipi commerciali raggruppati in due sottogruppi: Lasa Bianco™® e Lasa Venato™®.

Oltre ai tipi bianchi e a quelli con poche inclusioni, molto apprezzate sono anche quelle varietà che presentano inclusioni colorate in forma di venature, striature, nuvole e strisce. Nei tipi venati si trovano strati di quarzo e mica, tracce di zolfo, magnesio, stronzio, titano, silicio, oro, argento e platino, nonché quantità minime di uranio e torio. Le fantasiose striature sbiadite di colore grigio-blu del Lasa Venato Arabescato™® e il blu pallido del Lasa Venato Cevedale™®, sono ad esempio dovute a inclusioni di tormalina o grafite. La grafite in quantità minima colora il marmo di grigio bluastro, mentre gli ossidi di ferro come la clinozoisite e la limonite presentano colore rosso o giallo.